logoinfosasso
corso accompagnatori bologna 2020 mtb disabilita fondazione silvia rinaldi outdoor365 (1)-ac327d9e.jpeg

Borgo di Colle Ameno

Come sempre, Ottobre e Novembre sono i mesi in cui l’Appennino bolognese si trasforma nel paradiso per gli amanti delle sagre, della buona tavola e in particolare del tartufo. Le colline e i paesi attorno a Bologna sono infatti un’area conosciuta a livello nazionale per essere la ‘casa’ del tartufo bianco.

E’ in questo contesto che si inserisce la Tartufesta di Sasso Marconi, che giunge quest’anno alla 32° edizione. Si rinnova così una grande occasione di richiamo per gli amanti della buona tavola e dello stare insieme, che coinvolge e anima tutta la città con le tante suggestioni proposte da un appuntamento che ha nel pregiato tartufo bianco il suo indiscusso protagonista: Sasso Marconi, infatti, fa parte del circuito “Città del Tartufo” e festeggiare il tartufo bianco è ogni anno un modo per alzare gli standard dell’offerta espositiva ed enogastronomica, proponendo abbinamenti raffinati, allestimenti di qualità, preparazioni accurati e prodotti d’eccellenza.​

distesa di tortelli.jpeg

Visite Guidate 2023

Durante la Seconda Guerra Mondiale, Colle Ameno venne utilizzato dall’esercito tedesco come supporto delle forze aeree, come ospedale militare e come campo di prigionia e centro di smistamento. Vennero rastrellati civili di sesso maschile di età compresa tra i 17 e i 55 anni, che vivevano divisi in tre categorie : i più giovani e prestanti fisicamente venivano avviati nei campi di lavoro in Germania, i meno giovani ma ancora adatti al lavoro venivano utilizzati dai tedeschi per costruire fortificazioni e trincee e per posare le mine lungo la linea gotica, gli invalidi o i malati venivano fucilati. Le testimonianze indicano che le sale al pianterreno della parte centrale di Villa Davia vennero adibite a carcere. Sui muri dell’edificio alcuni civili hanno scritto con pezzi di carbone il loro nome e cognome, a volte la data e il luogo di residenza. Immagini, testimonianze, reperti sono conservati nell’Aula della Memoria, centro di documentazione e consultazione multimediale e percorso didattico dal ventennio fascista ai nostri giorni.

Come sempre, Ottobre e Novembre sono i mesi in cui l’Appennino bolognese si trasforma nel paradiso per gli amanti delle sagre, della buona tavola e in particolare del tartufo. Le colline e i paesi attorno a Bologna sono infatti un’area conosciuta a livello nazionale per essere la ‘casa’ del tartufo bianco.

E’ in questo contesto che si inserisce la Tartufesta di Sasso Marconi, che giunge quest’anno alla 32° edizione. Si rinnova così una grande occasione di richiamo per gli amanti della buona tavola e dello stare insieme, che coinvolge e anima tutta la città con le tante suggestioni proposte da un appuntamento che ha nel pregiato tartufo bianco il suo indiscusso protagonista: Sasso Marconi, infatti, fa parte del circuito “Città del Tartufo” e festeggiare il tartufo bianco è ogni anno un modo per alzare gli standard dell’offerta espositiva ed enogastronomica, proponendo abbinamenti raffinati, allestimenti di qualità, preparazioni accurati e prodotti d’eccellenza.​

logo (1)
305766672_546737393960909_8410714808195496027_n
logo scelto mtb school_page-0001.jpeg
whatsapp image 2023-09-13 at 16.27.56.jpeg
343360284_939560910713418_6973948404620418920_n.jpeg
strade-montane-logo-def_page-0001.jpeg
green devils team.jpeg
10 righe.jpeg
slow emotion.jpeg
whatsapp image 2023-09-12 at 14.15.10.jpeg
whatsapp image 2023-09-10 at 17.48.55.jpeg
whatsapp image 2023-09-13 at 10.32.01.jpeg
csi.jpeg
logo colle ameno.jpeg
logo america sport team trac_page-0001.jpeg

Come sempre, Ottobre e Novembre sono i mesi in cui l’Appennino bolognese si trasforma nel paradiso per gli amanti delle sagre, della buona tavola e in particolare del tartufo. Le colline e i paesi attorno a Bologna sono infatti un’area conosciuta a livello nazionale per essere la ‘casa’ del tartufo bianco.

E’ in questo contesto che si inserisce la Tartufesta di Sasso Marconi, che giunge quest’anno alla 32° edizione. Si rinnova così una grande occasione di richiamo per gli amanti della buona tavola e dello stare insieme, che coinvolge e anima tutta la città con le tante suggestioni proposte da un appuntamento che ha nel pregiato tartufo bianco il suo indiscusso protagonista: Sasso Marconi, infatti, fa parte del circuito “Città del Tartufo” e festeggiare il tartufo bianco è ogni anno un modo per alzare gli standard dell’offerta espositiva ed enogastronomica, proponendo abbinamenti raffinati, allestimenti di qualità, preparazioni accurati e prodotti d’eccellenza.​

logo città metropolitana png
logo territorio turistico bologna modena.jpeg
b-cobo_lockup_be23_rgb
regione er ok.jpeg
extrabo_logotipo_col

Come sempre, Ottobre e Novembre sono i mesi in cui l’Appennino bolognese si trasforma nel paradiso per gli amanti delle sagre, della buona tavola e in particolare del tartufo. Le colline e i paesi attorno a Bologna sono infatti un’area conosciuta a livello nazionale per essere la ‘casa’ del tartufo bianco.

E’ in questo contesto che si inserisce la Tartufesta di Sasso Marconi, che giunge quest’anno alla 32° edizione. Si rinnova così una grande occasione di richiamo per gli amanti della buona tavola e dello stare insieme, che coinvolge e anima tutta la città con le tante suggestioni proposte da un appuntamento che ha nel pregiato tartufo bianco il suo indiscusso protagonista: Sasso Marconi, infatti, fa parte del circuito “Città del Tartufo” e festeggiare il tartufo bianco è ogni anno un modo per alzare gli standard dell’offerta espositiva ed enogastronomica, proponendo abbinamenti raffinati, allestimenti di qualità, preparazioni accurati e prodotti d’eccellenza.​

coop_alleanza_3.0_logo.svg
galileo_logo_vettoriale_page-0001.jpeg
bcc_emilbanca_colore_rgb
g.hera colore
logo bdb positivo
logoinemiliaromagna
stemma-sasso
bologna-modena-logo-itnero
logoapp bolognese net
extrabologotipocol
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
facebook
logoinstagram
logoappenninoslowartrasp